Slider

Parliamo ancora di corona virus, ovvero CoVID 19

Su medicina in tv abbiamo oggi nuovamente ospite il dott Paolo Tundo, Il 26 gennaio scorso in questo studio dibattevamo con lui dell’influenza da Coronavirus confinata a Wuhan in Cina, una città di 11 milioni di abitanti, un virus che stava scatenando il panico dovuto alla sua alta contagiosità. Oggi il coronavirus circola in Italia e purtroppo anche nel Salento creando non pochi problemi e ci chiediamo se dobbiamo avere paura, il Dott. Tundo ci darà alcuni consigli su come comportarci e ci spiegherà illustrandoci quali sono le norme basilari per cercare di evitare il contagio.

Le malattie infiammatorie croniche intestinali. Dott. Aldo Paiano

Rettocolite ulcerosa e Malattia di Crohn, patologie caratterizzate da infiammazione cronica, recidivante, immunomediata del tratto gastroenterico.

Il morbillo, l’importanza della vaccinazione.

Circola da alcuni giorni, la notizia di una recrudescenza di Morbillo nel nostro territorio, sono già alcune decine nella sola area del nord leccese. Analoghi timori nelle provincie di Brindisi e Taranto.
Tutto ciò a confermare l’importanza della vaccinazione, non solo per il morbillo, ma per ogni patologia che ne preveda la raccomandazione.
Affronteremo l’argomento con il Dott. Alberto Fedele, direttore responsabile del Servizio di Igiene e Sanità pubblica dell’Area Nord.

Lo scompenso cardiaco – Dott. Renato Gregorini

Lo scompenso cardiaco è causato dall’incapacità del cuore di assolvere alla normale funzione contrattile di pompa e di soddisfare il corretto apporto di sangue a tutti gli organi. Non è sempre facilmente evidente, nello stadio precoce, infatti, la malattia può essere asintomatica. La New York Heart Association distingue lo scompenso cardiaco in quattro classi (Classe I, II, III o IV). I medici e le pubblicazioni mediche in genere utilizzano questa classificazione per descrivere la gravità dello scompenso cardiaco e l’effetto del trattamento.

Il Dott. Antonio Pinto ci parla del Carcinoma Colon-Rettale

I tumori del colon-retto sono la terza neoplasia negli uomini (14%) e la seconda nelle donne (12%), Il tumore è dovuto alla proliferazione incontrollata delle cellule della mucosa che riveste l’ultima parte dell’intestino. Sono stimate oltre 49.000 nuove diagnosi di tumore del colon-retto nel 2019.
Secondo i dati ISTAT nel 2016 in Italia sono stati osservati circa 20.000 decessi per carcinoma del colon-retto ( 11.000 negli uomini e 9.000 nelle donne).